AIAB BAN Header

Edizioni AIAB, Anno X, Numero 89, 18 gennaio 2013


SEGUICI SU FACEBOOK E TWITTER

editoriale a cura di Luca Colombo - FIRAB

Le 10 proposte di AIAB alla politica 

Le elezioni sono alle porte. La campagna elettorale è lanciata e ha rapidamente assunto toni poco utili a disegnare una prospettiva di sviluppo utile all'Italia: personalismi, rivendicazioni volte al passato, tatticismi sulle alleanze, demagogia, miope attenzione alle formule fiscali.
Da programmi e propaganda elettorale, salvo limitate eccezioni, brilla per generale assenza un disegno sul modello di sviluppo per il Paese, sulla sua collocazione internazionale, su temi come pace, coesione sociale, ambiente, cultura.
Tra i temi latitanti nei confronti e nelle agende per i prossimi 5 anni l'agricoltura sconta probabilmente la maggiore disattenzione:è probabilmente finita l'epoca in cui rappresentava un bacino elettorale appetibile. L'agricoltura resta però l'attività economica (sociale, culturale, ricreativa) che più si interfaccia con il territorio fisico ed ecologico, con le risorse naturali, con le dotazioni idriche, con il paesaggio. È l'attività su cui si ancora buona parte della sicurezza alimentare del Paese e del residuo Made in Italy.
Quali orizzonti offre la politica all'agricoltura? E quali orizzonti offrono le diverse forme di agricoltura alla politica?
AIAB, con l'avvicinarsi della scadenza elettorale, ha inteso rispondere a questi quesiti. Portatore di un preciso modello per il sistema agroalimentare, AIAB ha deciso di offrire un Decalogo di proposte a coalizioni, liste e singoli candidati fondate sull'adozione e sostegno del biologico e sulla cornice della sovranità alimentare. Chiede, a sua volta, che questi punti siano adottati con impegni vincolanti, sottoscrivendoli, in toto o in una loro parte, formalmente e prestandosi a una verifica nel corso della prossima Legislatura.
Le proposte vanno dal convinto rilancio del biologico attraverso l'attività legislativa e provvedimenti economico-finanziari, allo stop al consumo di suolo, a provvedimenti urgenti in tema di OGM, al sostegno all'agricoltura sociale, all'aumento degli impegni delle amministrazioni pubbliche sul fronte degli acquisti pubblici verdi. In dettaglio possono essere lette sul sito di AIAB su Politiche 2013.
Cominciamo oggi la nostra azione di sollecitazione di chi si candida a governare il Paese per il prossimo quinquennio. Incalzeremo i candidati con la serietà che riconosciamo al ruolo delle istituzioni che si prefiggono di rappresentare, ma crediamo che lo strumento predisposto sia - a sua volta - un bene comune a disposizione di tutti coloro che si riconoscono nel modello di sviluppo che AIAB abbraccia in chiave di sostenibilità e di tenuta sociale: invitiamo i soci AIAB, agricoltori e consumatori di prodotti biologici, i cittadini che si riconoscono nella sovranità alimentare e nell'altra economia a promuovere il Decalogo AIAB per la XVII Legislatura e a sottoporlo ai candidati nel corso della campagna elettorale, oltre che a trasmetterci gli impegni sottoscritti.
Non vogliamo dunque essere soli a sottolineare la preminenza dei temi agricoli, alimentari, ambientali e con piacere integriamo le nostre proposte a quelle appena presentate da Slow Food sulle politiche alimentari e da Legambiente sulla bellezza. Immaginiamo prospettive e pratichiamo l'obiettivo.

Leggi le 10 proposte di AIAB e condividile!



 
comproBio.net
Novamont














       SOMMARIO:

  1. Mondo bio
  2. Bioricercando

  3. Agricoltura Sociale News
  4. L'agenda

 

 

Mondo Bio

 

a cura di Laura Lincesso e Sabina Galandrini ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

ITALIA

Ufficializzato l’Osservatorio regionale pugliese sull'agricoltura biologica

E' attivo l'Osservatorio regionale pugliese sull'agricoltura biologica, realizzato presso l'Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e attuato con il supporto tecnico dell'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari.
La struttura, istituita nell'ambito del "Programma regionale per lo sviluppo dell'agricoltura biologica in Puglia", è finalizzata a migliorare le conoscenze degli operatori agricoli e agro-alimentari sulle tecniche di coltivazione biologica e a favorire l'approccio al "sistema biologico" da parte dei cittadini, sia in qualità di consumatori sia in qualità di utilizzatori, per un consumo più consapevole dei prodotti biologici.
L'Osservatorio, nello specifico, si occupa dell’agricoltura biologica in Puglia e ha reso obbligatorio, per tutti gli operatori biologici della Regione Puglia l’utilizzo del portale regionale “Biobank Open Project” sul sito www.biologicopuglia.it, al fine di inserire e aggiornare i dati di ciascun azienda biologica presentando on-line la notifica di assoggettamento al Sistema Biologico.
Il sito inizialmente ha operato in forma sperimentale. Attualmente è utilizzato da tutti gli operatori con la presentazione delle notifiche rese obbligatorie dalla Azione 1 della Misura 214 del Programma di Sviluppo Rurale.

Torna al sommario


EUROPA

La Commissione europea lancia una consultazione sul futuro dell’agricoltura biologica

La Commissione europea ha lanciato una consultazione online rivolta a cittadini, associazioni, imprese, amministrazioni pubbliche, ONG e tutti coloro interessati alla produzione biologica in Europa.
Dopo aver consultato gli operatori del settore ed individuato, grazie alla loro cooperazione, le questioni più rilevanti per il futuro, la Commissione si rivolge ora ai cittadini. La consultazione riguarderà la possibilità di semplificare il sistema attuale preservandone gli elevati standard, oltre a questioni relative al controllo e al commercio internazionale.
«La gestione delle risorse e la produzione agricola sostenibile hanno una rilevanza politica sempre maggiore e i consumatori sono molto attenti a come vengono prodotti gli alimenti che acquistano – ha dichiarato Dacian Ciolos, Commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale. È il momento giusto per sottolineare l’impegno dell’Unione europea a garantire che la produzione biologica avvenga nel rispetto degli standard più elevati e, se necessario, per rivedere le norme esistenti in modo da creare le condizioni più favorevoli allo sviluppo della produzione biologica in Europa. Con questa consultazione pubblica i cittadini europei hanno la straordinaria opportunità di partecipare alla definizione dell’agricoltura biologica del futuro in Europa».
La consultazione si svolgerà dal 15 gennaio al 15 aprile 2013: il questionario è accessibile all’indirizzo http://ec.europa.eu/yourvoice/ipm/forms/dispatch?form=orgagric2013&lang=it . Dopo aver affrontato ed esaminato attentamente tutti i diversi aspetti, la Commissione europea sarà in grado di elaborare un nuovo quadro strategico e giuridico per l'agricoltura biologica in Europa, che dovrebbe poi proporre verso la fine del 2013.
Dopo aver completato il questionario potete inviare i vostri suggerimenti sulla revisione della politica dell'UE in materia di agricoltura biologica al seguente indirizzo:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Torna al sommario

Il Coordinamento Europeo di Via Campesina aderisce e sostiene la manifestazione PAC: « Ne abbiamo abbastanza ! »

Il Coordinamento Europeo di Via Campesina (ECVC) dà il proprio appoggio alla manifestazione tedesca in favore di una agricoltura famigliare e sostenibile, che si terrà questo 19 gennaio a Berlino. Questo evento è co-organizzato da AbL, membro tedesco di ECVC, e da « Meine Landwirtschaft », una coalizione tedesca della società civile.

«In tutti i Paesi europei ne abbiamo abbastanza di questa politica agricola che continua ad eliminare  migliaia di agricoltori, nonostante sia chiaro che l’accesso ad una alimentazione di qualità è ben lontano dall’essere assicurato a tutti gli europei, e nonostante la preoccupante degradazione dei nostri ecosistemi- ha dichiarato il coordinamento. Nel pieno della grave crisi finanziaria e sociale che sta colpendo tutta l’Europa, la proposta di riforma della PAC post 2013 dovrebbe avere il coraggio di puntare al sostegno del lavoro, dell’agricoltura locale, delle filiere corte e dell’innovazione contadina. Per questa ragione – ha concluso il coordinamento europeo - il tetto agli aiuti, il sostegno alle piccole aziende agricole e alla agricoltura ecologica, dovrebbero essere considerati come degli imperativi. La manifestazione di Berlino esprimerà nuovamente ad alta voce quelle che sono le nostre proposte per  un nuovo ed indispensabile sistema agricolo e alimentare nel quadro della sovranità alimentare».

Con Henrik Mass di AbL, e Genevieve Savigny, del Comitato di Coordinamento Europeo, una delegazione di ECVC sarà presente e disponibile per le interviste durante tutto il corso delle manifestazione.

 Torna al sommario

 

MONDO

 

“Il mondo dell’agricoltura biologica 2012”

La pubblicazione "Il mondo dell'agricoltura biologica - Statistiche e tendenze emergenti 2012"  raggruppa tutti i documenti sui recenti sviluppi a livello mondiale dell'agricoltura biologica, comprendendo i contributi dei rappresentanti del settore biologico provenienti da tutto il mondo e fornisce statistiche complete di agricoltura biologica che coprono la superficie di produzione, il numero di aziende agricole e le informazioni specifiche su uso del suolo nei sistemi biologici.
Il libro contiene anche informazioni sul mercato mondiale degli alimenti biologici, gli ultimi sviluppi in certificazione biologica, regolamenti sullo stato attuale e le tendenze emergenti per area geografica.
Inoltre, il volume contiene una serie di relazioni nazionali: Australia, Azerbaijan, Benin, Bulgaria, Canada, Etiopia,Germania, Iran, Isole del Pacifico, Perù, Thailandia,Turchia e Stati Uniti.
"Il mondo dell'agricoltura biologica" è stato pubblicato dall'Istituto di ricerca dell'agricoltura biologica (FiBL) e la Federazione internazionale dei movimenti per l'agricoltura biologica (IFOAM).
Il progetto è finanziato dalla International Trade Centre (ITC), gli svizzeri Segreteria di Stato dell'economia (SECO) e Nürnberg Messe, gli organizzatori della Fiera Mondiale del commercio BioFach biologici.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.organic-world.net

Torna al sommario

Washington: voto per l'etichettatura degli OGM

Gli elettori dello Stato di Washington hanno richiesto che, per il prossimo autunno, le etichette sui prodotti alimentari venduti debbano identificare, tra gli ingredienti, organismi geneticamente modificati.
L'iniziativa richiede delle etichette speciali su qualsiasi cibo crudo o trasformato, venduto a Washington come frutta e verdura, prodotti alimentari trasformati e alcuni frutti di mare come il salmone geneticamente modificato. Tra i prodotti alimentari più diffusi con ingredienti geneticamente modificati negli Stati Uniti ci sono mais, semi di soia, lo zucchero da barbabietola da zucchero e olio di semi di cotone. I sostenitori della misura hanno richiesto l'etichettatura degli alimenti OGM, presentando l’istanza con 350.000 firme, più di 100.000 al di sopra della quantità necessaria per qualificare un’iniziativa alla legislatura. Se venisse accettata, l'iniziativa verrà inviata alla legislatura nel corso della prossima sessione.
 
[Fonte: The Spokesman-Review]

Torna al sommario
Bioricercando


A cura di Luca Colombo ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

Api, pesticidi e OGM

Aiab, Firab e altre 15 organizzazioni del biologico, dell'ambientalismo e di cittadinanza hanno inoltrato al Mipaaf e al Ministero dell'Ambiente le proprie osservazioni puntuali al Piano di Azione Nazionale sui pesticidi nel quadro della consultazione avviata in merito da tali Ministeri.
Si è trattato di proposte individuali concertate nel quadro di priorità condivise che traguardano l'esigenza di tutelare ambiente e salute pubblica (dei consumatori di alimenti e degli operatori) con l'obiettivo di impattare gli orientamenti delle istituzioni in materia di alternative all'uso dei prodotti agrochimici nella produzione alimentare e nella gestione delle aree verdi e delle bordure stradali e ferroviarie.
Il tema pesticidi mantiene purtroppo tutta la sua attualità e, potenzialmente, la sua gravità, come si prefigura anche nel caso dei neonicotenoidi, rispetto ai quali si consolidano le evidenze scientifiche ed empiriche relative alla loro grave nocività verso i pronubi e per i quali a fine gennaio scadrà la proroga al loro divieto temporaneo. Tale proibizione va definitivamente sancita a tutela di api e sistema ambientale, offrendo cosi un quadro di certezze non solo agli operatori, ma anche alle prioritarie esigenze di tutela ecologica.
Le api - e gli apicoltori - non devono fare solo i conti con i pesticidi, ma anche con gli OGM e con i loro sponsor presso la Commissione Europea che vorrebbe legittimare contaminazioni di miele e altri prodotti frutto della bottinatura di piante transgeniche. Un escamotage utile solo a chi vuole coltivare piante GM alla faccia di ogni palese impossibilità di gestire la coesistenza.
Il legislatore, nazionale o comunitario che sia, ascolti le voci di cittadini e della natura, preferibili a qualsiasi Primavera silenziosa.

 

Torna al sommario

Agricoltura Sociale News

a cura di Anna Ciaperoni e Giulia Colucci ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

Multifunzionalità nell'agricoltura biologica: il valore aggiunto dell'agricoltura sociale

AIAB, Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, in cooperazione con BIOFACH, il Forum Nazionale Agricoltura Sociale  e i partner del progetto MAIE vi invitano all’evento "Multifunzionalità nell'agricoltura biologica: il valore aggiunto dell'agricoltura sociale". All’incontro, che si terrà a BioFach 2013 presso la sala ATENE il 13 Febbraio dalle 15 alle 17 parteciperanno esperti della società civile, del mondo accademico e delle istituzioni per discutere gli sviluppi potenziali per l’agricoltura sociale in Europa, offrendo una panoramica delle iniziative in corso ed  del quadro normativo esistente  entro il quale le stesse vengono svolte.
Visualizza L'invito all'evento del MAIE.

Torna al sommario


L'Agenda

Appuntamenti


I° Simposio Culturale Sul Mondo Del Bio:Vino Biologico E Benessere


Mercoledì 23 gennaio presso l’azienda agricola “Le Carline” a Pramaggiore (Ve), si terrà l’incontro che affronterà le differenze tra agricoltura biologica e biodinamica, tra vino biologico naturale e tra vino  convenzionale.
Il mondo del biologico è in evoluzione, le leggi cambiano e c’è bisogno di un’informazione chiara e
corretta per tutti. Questa tavola rotonda è stata organizzata per iniziare a dare e avere una giusta informazione di ciò che sta cambiando e per tentare di chiarire eventuali dubbi.
Il simposio vedrà l’intervento di professionisti esperti del settore tra cui Cristina Micheloni, agronomo, vicepresidente AIAB e coordinatrice scientifica del Progetto Orwine
Per i dettagli dell’incontro visitare il sito
www.lecarline.com

Torna al sommario

AIAB FVG organizza una serata su polli, tacchini e faraone

Per il 2013 AIAB FVG ha pensato di continuare ad organizzare degli incontri divulgativi sul biologico, uniti anche al piacere di assaggiare ottimi piatti e di stare assieme. Giovedì 24 gennaio 2013 ore 20.00, presso il Ristorante “AL CASTELLO”dei f.lli Negrini a Fagagna vi propone una serata sul pollame a 360°, a partire dal sistema di allevamento biologico, a seguire con le caratteristiche nutrizionali di questo tipo di carne, per finire in cucina dove tutto può essere utilizzato con gustosi risultati. In allegato il programma
Se siete interessati a partecipare, ricordate di prenotarvi entro lunedì 21 gennaio, perchè i posti sono limitati. Per informazioni tel. e fax: 0432 800 371
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Maggiori informazioni sono disponibili sul programma 

Torna al sommario

Incontro sulle sementi dedicato alle aziende

Domenica 20 Gennaio si terrà l'incontro tecnico tra aziende agricole bio sul tema delle sementi, a partire dalle ore 10,00 presso la Città dell'Altra Economia di Roma. All'incontro sarà presente anche un agricoltore bio delle Marche che arricchirà lo scambio in particolare sul tema dell'autoproduzione delle sementi.
Vi invitiamo a partecipare numerosi per arricchire la discussione con il vostro prezioso contributo.
Per chi avesse bisogno di organizzarsi, si presume che l'incontro possa finire verso le ore 16,00 con una pausa pranzo prevista intorno alle ore 13,00.
 Informazioni anche su www.facebook.com/aiab.lazio

Torna al sommario


Economia a colori...incontro con Andrea Segrè

Il 22 gennaio 2013 alle ore 11.00 si terrà a Roma, presso l'Istituto Nazionale di Economia Agraria in Via Nomentana, 41, un incontro con Andrea Segrè, organizzato nell'ambito del progetto "Promozione della Cultura Contadina”.

Disponibile il programma dell’incontro.

 


Fiere e Mostre

 

 

Millésime Bio 2013

 Dal 28 al 30 gennaio 2013 in Francia, al Parco Esposizioni di Montpellier si svolgerà l'edizione 2013 del salone Millésime Bio. Organizzato nel cuore della Languedoc-Roussillon, Millésime Bio è diventato nel corso degli anni un evento internazionale irrinunciabile del settore della viticoltura biologica.
Per questa XX edizione sono attesi 700 espositori, provenienti da tutti i Paesi e le regioni di produzione e circa 3.500 visitatori. Un successo che conferma il crescente interesse generale per i prodotti biologici.
"Millesime Bio" riunisce tutta la “biosfera” del vino: produttori certificati bio provenienti da 11 Paesi d’Europa, del Nord e Sud America, ma anche dall’Africa. Per l’edizione 2013, il salone accoglierà una nuova cantina cilena della regione di Maipo, cinque produttori portoghesi e sei austriaci in più rispetto all’anno precedente
In occasione del ventesimo anniversario, tutti gli espositori e visitatori del salone sono invitati a una serata cocktail in un ambiente conviviale e festoso (alle ore 19 nel Padiglione 7). In apertura della serata, Thierry Julien, Presidente di Sudvinbio, e Michael Apstein, Presidente della giuria del Premio Millésime Bio 2013, consegneranno le medaglie d’oro del concorso.
Tutte le informazioni sul sito: Millesime Bio

 

Torna al sommario

 


Formazione

“100 secondi per lo sviluppo sostenibile”

la prima edizione del concorso per giovani artisti 

Il concorso, che premierà video della durata massima di 100 secondi diffondibili tramite il web, vuole dare visibilità a opere in grado di evidenziare, con un approccio propositivo e realistico, la odierna possibilità di effettuare scelte di consumo sostenibile nella vita di tutti i giorni anche, e soprattutto, da parte del consumatore medio.
Con questo concorso si vuole promuovere la diffusione di buone pratiche di consumo sostenibile, soprattutto se correlabili all'utilizzo di prodotti e servizi ecologici, alla riduzione degli sprechi, al cambiamento di abitudini e consuetudini che determinano un impatto sull'ambiente.
Le opere potranno anche mettere in luce ostacoli e problematiche connesse alla diffusione dei consumi sostenibili, ma sempre con un approccio costruttivo, nell'ottica di stimolare soluzioni, non limitandosi alla sola denuncia o alla polemica.
Il tema dei consumi sostenibili potrà essere affrontato in tutti gli ambiti (consumi pubblici, privati, aziendali) ed in riferimento a tutti settori merceologici e di servizio.
Possono partecipare al concorso tutti coloro che sono nati, vivono, lavorano o studiano in Italia e che non hanno compiuto 30 anni di età alla data del 01/01/2012. Per partecipare al concorso è necessario produrre un'opera video sui temi attinenti al concorso della durata massima di 100 secondi, in qualsiasi formato accettato dalla piattaforma YouTube, su cui i video in concorso dovranno essere pubblicati entro il 31 marzo 2012.
Due le tipologie di premi: buoni acquisto per i prodotti ecologici segnalati su AcquistiVerdi.it ed una collaborazione retribuita di 3 mesi presso le società Dinamica Media (agenzia di comunicazione) ed Elite Division (società informatica specializzata nei nuovi sistemi di gestione multimediale dell'informazione sui prodotti) di Ferrara.
Scarica QUI il bando di concorso.

 

Torna al sommario

L’Università del Saper Fare organizza tre laboratori

Il 19 gennaio, in occasione del mercatino contadino terra/TERRA presso la Città dell’Utopia (Via Valeriano, 3F - zona San Paolo) il Circolo di Roma del Movimento per la Decrescita Felice organizza tre laboratori:                                                                         
Laboratorio di manutenzione e riparazione bici
ore 10.30 - 13,00
UNISF è lieta di presentare il primo laboratorio di autoriparazione bici, per imparare a riparare la propria bici e conoscere tutti i trucchi per una corretta manutenzione del mezzo a due ruote più ecologico che c'è. Il laboratorio sarà condotto da Marco, neo-docente Unisf e dall'Associazione FIAB Roma - Ruota Libera.Per il laboratorio sono ammesse 10 persone al massimo ed è necessario un contributo di 4 euro per le spese di organizzazione.
Si consiglia di portare con sé la propria bicicletta ed eventuali pezzi di ricambio che si ha intenzione di montare
Laboratorio di autoproduzione di oggetti in paglia
ore 10.30-13,00
Con un pò di pazienza e intrecciando intrecciando… si possono realizzare simpatici sottopentola, portabicchieri, tovagliette per la prima colazione e tante altre cose che ci verranno in mente con un pò di fantasia.
 Laboratorio di formaggio fresco fatto in casa
ore 15.00-17,30
Spesso quando acquistiamo dei prodotti al supermercato non ci rendiamo conto di come sia facile autoprodurli in casa. Come nel caso del formaggio, che ha un procedimento semplice che ci permette di farlo con ingredienti di prima qualità e senza imballaggi di sorta da dover poi smaltire.
Ognuno tornerà a casa con un gustoso formaggio tipo primo sale, e con tanta soddisfazione.
Vedremo come poter fare le varienti; formaggio alle erbe, piccante, per dolci.
 
Per maggiori informazioni e per iscriversi ai laboratori visitare il sito www.unisf.it

 

Torna al sommario

L’orto e il giardino come fonte di benessere per l’uomo

«Aiutare l'essere umano aiutando la terra...» è il tema di questo percorso didattico che si articola in quattro incontri introduttivi al benessere dell'uomo attraverso il lavoro della terra, con la vita delle piante e degli animali, secondo le concezioni dell'agricoltura biodinamica. A partire da sabato 26 gennaio: il corso si propone di affrontare una nuova visione della natura e dell'uomo, sia dal punto di vista sensibile che sovrasensibile, per meglio comprendere i disagi psicologici ed interiori che affliggono l'uomo moderno; tale visione sarà affrontata dal punto di vista dell'antroposofia. Lavorare la terra e prendersi cura del mondo naturale in questa visione ampliata, diventa una vera e propria forza terapica, di equilibrio e benessere. Il corso si rivolge a terapisti, operatori di comunità, agricoltori, guide didattiche, dirigenti di aziende agricole, insegnanti, giardinieri, nonché alle mamme, ai genitori, alle maestre, agli insegnanti, agli amanti del verde e a tutti quelli che lavorano per la salute della terra e dell'uomo.

Per informazioni leggere il programma in allegato

Il corso è a numero chiuso e le adesioni verranno raccolte in base all'ordine di arrivo. Fondazione le Madri Via Porto 4 - ROLO (RE) Tel.0522 666246 e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

Per comparire sul prossimo numero, notizie, comunicati stampa, avvisi di iniziative, convegni, mercati, corsi, lettere, commenti ecc. vanno inviati alla redazione entro mercoledì mattina a questo indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


Bio@gricultura Notizie: Il settimanale di informazione edito da Aiab che esce il giovedì

In redazione:  Luca Colombo, Giulia Colucci, Sabina Galandrini e Laura Lincesso

Per problemi tecnici: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per iscriverti, annullare la tua iscrizione, o modificare l'indirizzo a cui ricevi questa newsletter: http://www.aiab.it

Iscriviti a Bio@gricultura Notizie!

© 2013, Edizioni Aiab - Tutti i diritti di riproduzione sono liberi citando la fonte.