Coordinatore Generale: Giuseppe Maiani

 

Il progetto mira a valorizzare, promuovere, e diversificare le produzioni agro-alimentari italiane quali il recupero e la valorizzazione di produzioni tradizionali tipiche con particolare riferimento ad aree geografiche sensibili dal punto di vista socio-ambientale. Inoltre il progetto da un lato potrebbe rappresentare un punto di partenza per la valorizzazione e per lo sviluppo di territori locali con probabili vantaggi di tipo economico e sociale. In un’ottica di sviluppo sostenibile l’obiettivo della salvaguardia dell’ambiente, e quindi delle risorse non rinnovabili, è divenuto prioritario rispetto ad altri al fine di promuoverne lo sviluppo per il mantenimento e l’implementazione del sistema agro-alimentare italiano. Dall’altro lato si propone di valorizzare e promuovere le produzioni agro-alimentari ai fini del marketing nazionale e internazionale ed ai fini della tutela del consumatore, che come è noto, manifesta sempre maggiori esigenze in merito alla qualità nutrizionale del prodotto.

L’obiettivo generale è quello di valutare: a) se i prodotti sia di origine vegetale (ortofrutticola) che animale (ittica e lattiero-casearia) ottenuti con differenti metodi di produzione potrebbero avere caratteristiche intrinseche, sino ad ora non considerate, che li rendano comunque distinguibili e diversi da analoghi comuni; b) come il tipo di alimentazione animale influenzi la materiale prima e conseguentemente i lori prodotti; c) come le condizioni di post raccolta quali conservazione, conservazione durante il trasporto e trasporto influenzino la qualità nutrizionale dell’alimento.

Il progetto è organizzato in WP finemente interconnessi tra di loro e prevede lo studio di: a) prodotti a marchio di origine controllata; b) prodotti tipici tradizionali; c) fattori pre e post raccolta; d) pratiche agricole e di allevamento.