orwine_logo



Organic viticulture and wine-making: development of environment and consumer friendly technologies for organic wine quality improvement and scientifically based legislative framework
(Viticoltura ed enologia biologica: sviluppo di tecniche ecologicamente sostenibili e orientate alle richieste del consumatore per il miglioramento della qualità del vino biologico e per una normativa di riferimento basata su dati scientifici)

VI programma quadro

Il progetto Orwine, nel corso dei suoi 38 mesi di durata, mirava a:

Identificare le pratiche correnti in uso nella viticoltura biologica e nella vinificazione bio nelle aree di produzione tipiche dei vini, in Europa e nei paesi entranti, e di valutare l’impatto di tali pratiche sull’ambiente e sulla qualità del vino.

Identificare i motivi dell’acquisto da parte del consumatore e le richieste del mercato del vino biologico per poter indirizzare le necessità nell’etichettatura e nelle strategie di comunicazione.

Sviluppare tecniche enologiche innovative che trovino riscontro nel concetto dell’agricoltura biologica per migliorare la qualità del vino biologico, con particolare riguardo alla riduzione dello zolfo.

Testare in azienda le tecniche innovative e più adeguate per poterne valutare l’applicabilità e l’efficacia.

Sviluppare un codice di buone pratiche per la vinificazione biologica e delle raccomandazioni per lo sviluppo del regolamento europeo2092/91 così come misure politiche di supporto per il settore del vino biologico.

Il progetto Orwine è caratterizzato da un significativo coinvolgimento dei soggetti interessati (stakeholders): produttori di vino biologico, così come distributori, consumatori, esperti e policy makers verranno interpellati per avere il loro contributo ed i suggerimenti in diverse fasi del lavoro.

Tutti i risultati e le pubblicazioni derivanti dal progetto sono disponibili attraverso il sito web apposito (www.orwine.org), in inglese. Le notizie e gli aggiornamenti sono inoltre riportati sul sito Infowine, tradotti in diverse lingue.

Coordinamento: Cristina Micheloni, AIAB.
Ruolo di AIAB: coordinatore amministrativo e generale, partner e leader di una linea di lavoro.
Inizio: febbraio 2006.
Fine: marzo 2009.
Link: www.orwine.org