Comitato di Indirizzo della FIRAB

Roma, Giovedì 9-12-2010

E’ convocato per giovedì 9 dicembre  ore 14.00 a Roma, presso la sede legale di via Piave 14, il Comitato di Indirizzo della Fondazione Italiana per la ricerca in Agricoltura biologica e biodinamica, per presentare le attività realizzate nel primo  triennio di attività e per definire le linee di sviluppo future.

La Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica nasce ufficialmente nel 2007 grazie agli sforzi dei soci fondatori: AIAB, UILA, Legambiente e Associazione Biodinamica Italiana. Al fianco dei fondatori figurano i soci sostenitori (AIAB Umbria, AIAB Lazio, Banca Etica, Agricola Grains, Agricoltura Nuova, Bios, Brio, Ecor, Natura Sì, Gruppo Novelli – Ovito, Globo – Biosì, IBMA, La Scapigliata, Novamont, Consorzio Risteco, Tre Colli, Vinidea e Biosic) ed i soci istituzionali (Provincia di Ascoli Piceno).

L’intenzione comune è quella di valorizzare e potenziare la ricerca scientifica in agricoltura biologica e biodinamica, partendo da un dialogo più diretto tra mondo della produzione ed Enti di ricerca. La FIRAB si propone di contribuire alla realizzazione di programmi di ricerca applicata per indirizzare correttamente le scelte tecniche e gli investimenti del settore, incarnando un soggetto in grado di fare ricerca su un modello di sviluppo agricolo sostenibile basato su un confronto continuo e costruttivo con le molte realtà del settore.

L’autorevolezza conferita alla Fondazione dal suo Comitato Scientifico, dai progetti, selezionati con criteri di qualità e di trasparenza, insieme al mondo accademico ed al settore industriale, fa diventare la FIRAB un’opportunità di confronto con nuovi settori. Si propone una ricerca “a tutto tondo” che abbia come obiettivo dei nuovi modelli di Produzione, Trasformazione e Conservazione oltre a nuove soluzioni di Commercializzazione e Distribuzione, da ricercare e sperimentare.

Avvicinare in un’unica Fondazione tutti i soggetti rende possibile, inoltre, concentrare le risorse disponibili mettendo insieme figure diverse che fino ad ora, da sole, non sono state in grado di catalizzare le risorse necessarie per accedere a linee di finanziamento apposite.

Infine, la Fondazione si propone anche con una funzione di raccoglitore di informazione, attività e risultati, per un ruolo di coordinamento e di divulgazione delle informazioni e per il trasferimento dei risultati verso produttori ed utilizzatori.

e deliberare sul seguente o.d.g.:

  1. Rendiconto attività 2010
  2. Bilancio preventivo 2011
  3. Discussione sui risultati del comitato di indirizzo
  4. Proposte di investimento del capitale sociale
  5. Varie ed eventuali
  6. Comunico inoltre che la mattina dalle ore 10.30 si svolgerà il comitato di indirizzo e la partecipazione del CdA alla discussione è ovviamente gradita.

     

    www.firab.it