100 ore di docenza frontale, acquisizione di 20 crediti  universitari (CFU), 11 moduli di insegnamento e 11 seminari specialistici con accademici esperti del ministero delle Politiche Agricole. E’ questa in estrema sintesi quanto previsto dal Corso di Alta Formazione sulla normativa nazionale ed internazionale del Biologico, organizzato dall’Università di Bologna in collaborazione con Mipaaf e Ismea.
AIAB, partecipa con convinzione a questa iniziativa formativa e si conferma così in prima linea sul fronte delle formazione. Il settore del bio, essendo ormai realtà strutturata anche sul fronte normativo, soprattutto in questo anno con l’ingresso del nuovo regolamento, deve essere sostenuto da un’adeguata conoscenza giuridica che metta gli addetti ai lavori nelle condizioni di consolidare le proprie conoscenze e svolgere al meglio la propria attività.
Il Corso è stato realizzato nell’ambito del programma di ricerca in agricoltura biologica “Le filiere biologiche: progetto per l’analisi della distribuzione del valore, lo studio della certificazione di gruppo, la formazione e la tracciabilità” affidato dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali all’Ismea – Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare.

Le lezioni si terranno da ottobre 2022 a dicembre 2022.

Il termine per iscriversi è fissato al 29 settembre 2022.

PROGRAMMA DEL CORSO

Sono previsti 11 moduli di insegnamento in chiave interdisciplinare 

  • Qualità e sicurezza nelle filiere degli alimenti biologici
  • La normativa sulle produzioni alimentari biologiche: produrre aliimenti in conformita’alla normativa europea e nazionale)
  • Il sistema di controllo e la certificazione biologica
  • L’etichettatura dei prodotti biologici
  • L’igiene e la sicurezza alimentare in stabilimento (le attività propedeutiche all’implementazione di una certificazione biologica)
  • L’organizzazione amministrativa del settore biologico nazionale e i sistemi di sostegno pubblico per l’agricoltura biologica
  • Biologico e profili penalistici
  • Politiche europee e nazionali per lo sviluppo dell’agricoltura biologica dell’agroecologia
  • Agricoltura biologica, digitalizzazione e innovazione tecnologica
  • Storia del biologico
  • Cosmesi biologica

Inoltre sono previsti 11 seminari specialistici sui seguenti temi:

  • Blockchain e Banca Dati Transazioni
  • Il ruolo del MIPAAF e del Dipartimento ICQRF. Le Amministrazioni regionali e i Corpi di Polizia giudiziaria
  • Il quadro economico e strutturale del settore
  • Strategie e coinvolgimento dei portatori di interesse nei processi legislativi europei riguardanti l’agricoltura biologica: il ruolo di IFOAM EU (International Federation of Organic Agriculture Movements)
  • L’agricoltura biodinamica nella prospettiva del biologico
  • Mondo associativo e cooperativo del settore biologico
  • La certificazione di gruppo di piccoli operatori
  • Le erogazioni in agricoltura: Agea e gli organismi pagatori regionali
  • Sistemi informatici a supporto dei procedimenti amministrativi europei e nazionali
  • I distretti biologici
  • L’ammissibilità dei mezzi tecnici in agricoltura biologica

ESONERO TASSE ISCRIZIONE

Grazie all’accordo di collaborazione tra l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare – ISMEA, gli studenti che conseguiranno le prime 35 posizioni in graduatoria, godranno dell’esonero dalla tassa di iscrizione.

Per ulteriori informazioni:
https://site.unibo.it/giurista-biologico-organic-food-law/it