L’Agenda 2030 ci pone di fronte ad obiettivi tanto ambiziosi quanto ineludibili; un’agricoltura moderna, supportata dalla ricerca e attenta a una gestione sostenibile delle risorse naturali ha un ruolo fondamentale.
Di questo parleranno, giovedì 11 marzo, alle 18.00, Salvatore Ceccarelli, genetista e Stefania Grando, agronomo e genetista, che illustreranno il legame tra semi, cibo e salute e il ruolo delle biotecnologie nell’ affrontare le sfide che i cambiamenti climatici rendono sempre più urgenti.
Il webinar inaugura “FVG Circolare”, un progetto di AIAB FVG, aBicitUdine, Circolo ARCI MissKappa, Circolo Legambiente del Medio Friuli, Circolo Legambiente della pedemontana Gemonese, È Qua, Maistrassà e Vicini di Casa ONLUS, in collaborazione con l’Associazione Espressione Est, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, ai sensi dell’art. 72 del D.Lgs. 117/201.
Nel corso del 2021 verrà realizzato un ciclo di webinar, seminari ed eventi: ”in collaborazione con i partner e con il supporto di molti esperti”, spiega Cristina Micheloni, Presidente di AIAB FVG, capofila del progetto“ illustreremo i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, cercando di evidenziare lo stretto legame tra cibo, clima, salute e benessere della popolazione e promuovendo modelli di sviluppo sostenibili. Lo faremo soprattutto attraverso esempi concreti di comportamenti da cittadino, da agricoltore e da professionista e, ancor meglio, da gruppi di cittadini che collaborano”.
All’attività divulgativa si affiancherà la sperimentazione concreta, su piccola scala, di un modello sostenibile e circolare. Nei prossimi mesi a Udine, Gemona del Friuli e Cormons nasceranno dei veri e propri “laboratori di economia circolare”, spazi multifunzionali dove le associazioni e i partner del progetto si misureranno con la sfida di dare gambe alle idee condivise. Verranno attivati molti servizi, come la possibilità di scambiarsi beni o di prestarli; sarà possibile imparare a riparare oggetti (computer, telefoni cellulari e piccoli elettrodomestici, biciclette e mobili); verranno organizzati corsi, brevi e dal taglio pratico, dedicati alla cucina, all’orticoltura biologica, all’autoproduzione di alimenti, cosmetici e detersivi ed al cucito; verranno sperimentate modalità di acquisto collettivo, a partire dall’esperienza dei GODO, di prodotti alimentari e non solo, accorciando la filiera e riducendo imballaggi e sprechi.

Il primo webinar verrà trasmesso in streaming al link ottenibile previa registrazione gratuita e obbligatoria su
http://www.aiab.fvg.it/fvgcircolare/
Per info: info@aiab.fvg.it – 351 911 81 76

Scarica qui la locandina