La semina e il raccolto 

Ricomincio dal bio. L'ortocultura biologica un'opportunità per la formazione e l'inclusione sociale e lavorativa per minori autori di reato 

Workshop
Roma, 3 Settembre 2013
Città dell’Altra Economia (CAE) -  L.go Dino Frisullo snc
Sala convegni
Ore 9.00-14.00


PROGRAMMA
ore 9.00 Accoglienza e registrazione
ore 9.30 – 11.30 Risultati, criticità, potenzialità del progetto
Saluto e intervento introduttivo
Caterina Chinnici, Capo Dipartimento della Giustizia Minorile del Ministero della Giustizia

                                                Introducono                                        
Anna Ciaperoni, AIAB - Responsabile Agricoltura Sociale
Serenella Pesarin, Direzione Generale per l’attuazione dei provvedimenti giudiziari - Dipartimento Giustizia Minorile - Ministero della Giustizia


Intervengono

I docenti dei corsi di formazione
I rappresentanti dei Centri per la Giustizia Minorile
I rappresentanti degli Istituti Penitenziari per Minorenni
Alcuni ragazzi che hanno partecipato ai corsi di orticoltura biologica

ore 11.3012.00 Pausa caffè

ore 12.00 – 14.00 Tavola rotonda. Oltre la formazione, verso l’inserimento di minori in aziende agricole biologiche e cooperative sociali

Intervengono

Donatella Caponetti, Direttore Centro per la Giustizia Minorile del Lazio: il protocollo d’intesa tra il CGM del Lazio e l’ AIAB
Maria Teresa Spagnoletti, Magistrato di Sorveglianza presso il Tribunale per i Minorenni di Roma
Le aziende e cooperative sociali che hanno inserito i ragazzi partecipanti ai corsi
Laura Baldassarre, ufficio dell’ Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza
Rita Visini, Assessore Regionale alle Politiche sociali Lazio
Giuseppe D’Agostino, ufficio del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Lazio
Sonia Ricci, Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Regione Lazio

(* in attesa di conferma)

Moderatore: Serenella Pesarin, Direzione Generale per l’attuazione dei provvedimenti giudiziari - Dipartimento Giustizia Minorile - Ministero della Giustizia

ore 14,00 Chiusura del workshop

Aldo Milea, AIAB - coordinatore del progetto

 

AIAB –Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Roma Tel. 06 45437485 –Fax. 06 45437469 www.aiab.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Segreteria organizzativa: Giulia Colucci, AIAB, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

____________

“Ricomincio dal bio. Orti sociali, un’opportunità per minori sottoposti a misure penali”

Progetto realizzato con il contributo del Fondo per l’Associazionismo (ex L.383/2000) Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direttiva 2011

In collaborazione con il Ministero della Giustizia - Dipartimento per la Giustizia Minorile: Direzione Generale per l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari e con i CGM (Centri per la Giustizia Minorile) di Toscana, Lazio, Abruzzo Molise e Marche, Campania e Sicilia e dei Garanti dei detenuti della Regione Lazio e del Comune di Firenze

Partner del progetto: ALPA (Associazione Lavoratori Produttori dell’Agroalimentare); ACLI TERRA (Associazione Professionale Agricola delle Acli); FIRAB (Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica); Comunità Borgo Amigò; Associazione di Promozione Sociale “Il Fiore del Deserto”; Agenzia “ Il Redattore Sociale”; mensili “Vita”, e “Valori”; Ecoradio.

 

Come arrivare alla Città dell’Altra Economia
Dalla stazione Termini alla CAE:
Prendere metro B e scendere alla fermata Piramide, continuare seguendo il percorso evidenziato (0,9 km).

oppure
Prendere metro B, scendere alla fermata Piramide, prendere l’ Autobus linea 719, scendere alla fermata davanti al Macro.

 

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE AL WORKSHOP


 

La semina e il raccolto
Ricomincio dal bio. L’orticoltura biologica un’opportunità per la formazione e l’inclusione sociale e lavorativa per minori autori di reato

 

Roma, 3 Settembre 2013
Città dell’Altra Economia (CAE) -  L.go Dino Frisullo snc
Sala convegni

 

La partecipazione al seminario è gratuita ma l’iscr
izione è obbligatoria, inviando una mail con i propri dati a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro il 20.08.2013