PRO.VI.SE.BIO

Protezione della vite e delle sementi in agricoltura biologica

In agricoltura biologica, uno degli adempimenti da seguire è l’uso di sementi e ogni altro materiale di riproduzione vegetativo derivante da piante madri che siano state allevate con metodo biologico (Reg. CEE n. 2092/91). Attualmente, vista la scarsa disponibilità di semente certificata biologica, è possibile utilizzare in deroga (Reg. CE 1452/2003) semente ottenuta con metodi convenzionali, purché trattati con prodotti fitosanitari ammessi nell’allegato IIb del Reg. CEE n. 2092/91. I dati, disponibili nel sito web dell’ENSE (www.ense.it), dimostrano la continua scarsa disponibilità di semente prodotta con metodi biologici, e il conseguente uso massiccio di semente convenzionale non trattata.

Il regime di deroga non ha incentivato lo sviluppo del settore. La produzione di semente biologica dal 1991 continua a soffrire del problema della scarsa qualità in termini di germinabilità, stato sanitario e purezza (caratteri qualitativi tecnologici), e della scarsa disponibilità varietale.
Per favorire lo sviluppo della produzione di semente biologica, il Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MiPAAF) ha finanziato nel 2009 un progetto biennale, il PRO.VI.SE.BIO, nel quale il sottoprogetto “Semente biologica” è dedicato:
1.alla messa a punto di tecniche agronomiche in grado di minimizzare i rischi di attacchi alla pianta di patogeni trasmissibili dal seme e in grado di massimizzare le potenzialità produttive e la qualità del germoplasma da utilizzare in coltura biologica, incluso l’individuazione di germoplasma adatto alla coltura biologica;
2.alla messa a punto di tecniche di lotta con sostanze ecocompatibili/prodotti biologici efficaci nella difesa delle piante produttrici di seme;
3.ad individuare delle soluzioni che sostituiscano la “concia chimica”, da utilizzare sia sulla semente convenzionale in deroga sia sulla semente certificata biologica.

Al Sottoprogetto partecipano tre U.O., e 5 istituzioni: CRA-PAV, CRA-QCE, CRA-ORT, ’ICTP-CNR e AIAB.

Coordinamento: Centro di Ricerca per la  Patologia Vegetale - CRA-PAV
Inizio:2009
Fine: 2011
Link: poster progetto